RUBRICHE
Aborto e contraccezione (60)

Antilingua (1)

Commenti (19)

Educazione sessuale - gender (37)

Eugenetica e sterilizzazione (3)

Eutanasia (20)

Famiglia (20)

Fecondazione artificiale (23)

Nascita: il miracolo (1)

Pedofilia ed abusi (3)

Testimonianze (6)

Vita agli inizi (3)

 
ARCHIVIO
Agosto 2016

Marzo 2016

Febbraio 2016

Gennaio 2016

Dicembre 2015

Novembre 2015

Ottobre 2015

Settembre 2015

Agosto 2015

Luglio 2015

Giugno 2015

Maggio 2015

Aprile 2015

Marzo 2015

Febbraio 2015

Gennaio 2015

Dicembre 2014

Novembre 2014

Ottobre 2014

Agosto 2014

Luglio 2014

Giugno 2014

Maggio 2014

Aprile 2014

Marzo 2014

Febbraio 2014

Gennaio 2014

Ottobre 2013

Luglio 2013

Giugno 2013

Maggio 2013

Aprile 2013

Marzo 2013

Febbraio 2013

Dicembre 2012

Novembre 2012

Ottobre 2012

Settembre 2012

Agosto 2012

Luglio 2012

Giugno 2012

Maggio 2012

Aprile 2012

Marzo 2012

Febbraio 2012

Gennaio 2012

Dicembre 2011

Novembre 2011

Ottobre 2011

Luglio 2011

Giugno 2011

Febbraio 2011

 

LEGGE CIRINNA' BY GIUDICI



DOWNLOAD: 2015-11-04_Legge_Cirinna_by_giudici.pdf


In Italia si sa, le leggi in materie delicate come la famiglia ormai le fanno i giudici. Il parlamento ritarda ad approvare il ddl Cirinnà sulle Unioni Civili? E che diamine, che problema c'è? Ci pensano loro, ormai assurti al ruolo di deus ex machina del progresso sociale.
Il caso che vi proponiamo in allegato spiega i fatti e documenta la totale infondatezza del comportamento dei giudici nei termini di legge.
Non ci interessa più di tanto in questa sede analizzare la stortura del sistema giuridico italiano, nel quale sorprendentemente un giudice può giudicare in un certo modo non solo in assenza di riferimenti normativi ma addirittura contra legem.
Vogliamo però porre una domanda: se il clima è questo già ora, cosa accadrà una volta approvato il ddl Cirinnà? Pensate che tutto finirà lì? Macché. L'asticella si alzerà (o si abbasserà, fate voi) sempre di più. Contro la logica, contro l'evidenza e contro il buonsenso. Sempre contro l'uomo e, sempre più, saranno i più deboli e indifesi a pagarne il prezzo. Come i bambini.


04/11/2015





Vedi anche
04/04/2015 GAY E GIUDICI FANTASIOSI

04/02/2012 FECONDAZIONE ARTIFICIALE: UN BILANCIO

04/12/2011 ABORTO E RISARCIMENTI - 2

04/07/2011 FUORI I VOLONTARI PRO-LIFE DAI CONSULTORI

04/11/2015 LA LEGGE 40 E' MORTA


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.


Movimento
per la Vita